Leggere oggi Beccaria e Voltaire


Maggio 2016 01 Anno I

Da Beccaria ai nostri giorni: l’annoso problema della giustizia

di Elisa Grosso
Cesare Beccaria è annoverato tra i massimi esponenti dell'Illuminismo italiano e spesso ricordato come uno dei padri fondatori del diritto penale. "Dei Delitti e delle Pene" è un'attenta analisi politica e giuridica contro la pena di morte e la tortura, sul modello del tipico razionalismo illuminista e sulla base dei nuovi ideali di libertà,giustizia, diritti e uguaglianza che l'età dei Lumi propone. Il problema affrontato da Beccaria riguarda l'incertezza,l'inattendibilità e la profonda ingiustizia della legge. "Veggiamo gli stessi delitti dallo stesso tribunale puniti diversamente (...) Continua

L’influenza dell’Illuminismo nella legislazione moderna

di Claudio Rapisarda
La necessità di una razionalizzazione della pena e del corpus legislativo si fa centrale (...) Continua

Reato di tortura, scontato quanto inesistente

di Antonio Caflisch
Francia: reato di tortura - pena massima ergastolo.   Regno Unito: reato di (...) Continua

Il modo di pensare dei detenuti del carcere minorile.

di Ilenia Bonforte
RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO: Oggi sono numerosi i casi di detenzione minorile e(...) Continua

Ergastolo, il rischio di una “Fine pena: mai”

di Giorgia Privitera
"Rieducazione" è una fra le prima parole chiave in campo giuridico. Tale parola assume un(...) Continua