PAGINE DI CLASSE

APRILE/GIUGNO 2017 NUMERO 3 ANNO I

di Classe quinta neviera
Il Comitato per  l’Unicef invita le scuole a partecipare a vari progetti, con l’obiettivo di sensibilizzare gli alunni all’accoglienza, alla non discriminazione e a rispettare i diritti dei bambini. Quest’anno la campagna Unicef viene dedicata alla povertà minorile in Italia. Su questo argomento sono stati coinvolti molti adolescenti che partendo dal testo di una canzone rap, hanno espresso il proprio pensiero. La nostra insegnante ci ha fatto ascoltare la canzone “ Io come tu” ( la rivoluzione dei bambini) dedicata appunto alla povertà minorile.Questo testo, oltre ad essere bellissimo, è parecchio commovente perché ci fa riflettere sulla triste realtà a cui sono costretti a vivere milioni di bambini. La povertà e la miseria esistono da sempre, ma se proviamo a porci delle domande, come ad esempio da cosa essa sia portata, riusciamo a trovare la giusta risposta:  sicuramente non è opera di Dio, bensì è il risultato dell’egoismo umano. Non tutti i poveri o tutti coloro che soffrono sono meno intelligenti o meno capaci di coloro che hanno avuto la fortuna di(...) Continua
di Maria Corriere

Chi di noi non ricorda i giornalini realizzati da studente? Come non ricordare il blocco di fronte alla pagina bianca, alla ricerca di un incipit accattivante, capace di attirare subito l'attenzione del futuro lettore?Di quel lettore che ci avrebbe letto, e magari criticato per un errore involontario di scrittura, ma che comunque si sarebbe poi impadronito delle nostre parole e di tutto il senso che vi avevamo messo. Un lettore da conquistare e, prima ancora, da prevedere ed anticipare con le armi ammalianti e seducenti della scrittura.

di Maria Corriere
Ogni anno, il 25 aprile si ricorda la Liberazione dell’Italia dal  Nazifascismo. Durante la seconda guerra mondiale (1939-1945), dopo il 1943, l’Italia si ritrovò divisa in due: a Nord Benito Mussolini e i fascisti che avevano costituito la Repubblica Sociale Italiana, vicina ai Tedeschi e al nazismo di Hitler, invece a Sud si formò il governo Badoglio, con alleati inglesi e americani. Per combattere il dominio nazifascista si organizzò la Resistenza formata dai Partigiani che erano: uomini, donne, bambini, anziani, preti e militari con diverse idee politiche e religiose, ma che avevano in comune la volontà di lottare per ottenere in patria la Democrazia. Il 25 aprile i Partigiani, aiutati dagli alleati entrarono vittoriosi nelle principali città italiane mettendo fine al tragico periodo di lutti e di rovine dando così il via al processo di liberazione dal Nazifascismo. Qualche anno dopo, dalle idee di democrazia, nacque la Costituzione Italiana.      Giulia Di Francesco,Martina Provenzale Scuola Primaria Classe4^Plesso“Neviera” Per ricordare questa importante data per l’Italia,(...) Continua